A tu per tu: incontri con l’autore – intervista a Bruna Poetini; 5.12.2017

A tu per tu: incontri con l’autore – intervista a Bruna Poetini; 5.12.2017

Angelica: Ciao Bruna, è un piacere avere l’occasione di parlare un po’ con te. Inizio con una domanda che mi incuriosisce da che ho letto la tua nota biografica. Laureata in Giurisprudenza e illustratrice: come si conciliano in te due mondi apparentemente tanto distanti?

Bruna Poetini: Ciao Angelica e ciao a tutti i gentili lettori, appartengo a due mondi distanti, hai ragione, ma ho da sempre necessità di dare soddisfazione alla mente e al cuore, alla prima ho dedicato gli studi universitari, al secondo la passione per l’illustrazione e per i bambini. I due ambiti coesistono e mi rendono felice, uno solo dei due non vi sarebbe riuscito.

Angelica: E dove nasce la scelta di dedicarti al mondo dei bambini?

Bruna Poetini: Ho avuto il privilegio di avere un’infanzia felice, fatta di affetti, tanti, e libri illustrati. Provo a ricreare quel calore con i miei lavori, sperando arrivi ai più piccoli. La fantasia può curare tanti mali e i bambini ne hanno tanta. A loro dedico il mio lavoro.

Angelica: Avere un infanzia felice è un privilegio che dovrebbe essere di tutti i bambini ed è molto bello che tu, attraverso le tue illustrazioni, voglia condividere questa tua esperienza. Ma proseguiamo: nella realizzazione di questo bel libro so che hai collaborato con Ivan Faiferri, fra l’altro laureato in Filosofia. Come è nato questo singolare sodalizio e qual è il ruolo che ciascuno di voi ha nel processo di creazione artistica?

Bruna Poetini: Ivan Faiferri è un caro amico da anni, l’idea del libro nasce dalla sua creatività e dalla sua passione per la filosofia e la storia del nostro territorio, la Valle Camonica, in provincia di Brescia. I luoghi del libro, infatti, sono quelli che abbiamo conosciuto sin da ragazzi. È un brillante compagno di lavoro e le nostre idee non si fermeranno al primo libro, la nostra fantasia sta costruendo nuove storie.

Angelica: Veniamo alla vicenda narrata. Un romanzo che si potrebbe definire picaresco, come picaresco sembra il protagonista, Zuanne Corrier. Sei d’accordo?

Bruna Poetini: Zuanne è il nostro uomo d’avventura e di cultura in viaggio per scoprire antiche tradizioni. Il personaggio quindi è molto più a tutto tondo di quello che si potrebbe trovare in un comune romanzo picaresco: egli non ha bisogno di riscatto sociale attraverso l’avventura, è già la persona che vorrebbe essere ed è felice di quel che ha. Viaggia per cultura e, speriamo in modo semplice, per lanciare spunti interessanti a tutti i lettori, grandi e piccini. Zuanne ha fiducia nel futuro.

Angelica: Hai assolutamente ragione, ma c’è un aspetto che particolarmente mi affascina in Zuanne: il fatto che egli non sia, come scrive Ivan, propriamente un cuor di leone, non gli impedisce di comportarsi con coraggio quando è necessario. Come dire che tutti possiamo diventare degli eroi, se abbiamo qualcosa di importante da difendere. È giusto?

Bruna Poetini: Assolutamente sì, la cultura muove Zuanne, la cultura dovrebbe muovere tutti e renderci un poco più eroi. Zuanne lascia il calore della sua casa, benché non propriamente giovane ormai, ma la cultura è per tutti, anche per chi non è più così giovane.

Angelica: Quale ruolo ha, nel tuo lavoro, il rapporto con la natura?

Bruna Poetini: La natura della mia valle mi ha fatta crescere, i boschi che vedete sono quelli in cui vado a cercar funghi con mio papà Guido, uomo straordinario. Le cose belle e semplici partono dalla natura, da lì bisogna ripartire quando si è in difficoltà, da lì voglio che le mie storie comincino.

Angelica: Un’ultima domanda di rito. Avremo modo di leggere ancora altre avventure di Zuanne e, in ogni caso, quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Bruna Poetini: Tanti progetti bollono in pentola, hanno bisogno di tempo ma le avventure di Zuanne continueranno sicuramente. Altri progetti per bambini stanno prendendo forma: la collezione “Artisti da colorare”, creata con Silvia Franzoni, si arricchisce del nuovo volume dedicato a Michelangelo e la fantasia mia e di Ivan sta lavorando a nuove storie inedite, con nuovi personaggi, che speriamo possano piacervi quanto Zuanne.

Un caro saluto a tutti e ricordate: lavorate, amate, siate creativi, ma soprattutto divertitevi sempre nel farlo. A presto.

Angelica: Grazie davvero, Bruna, per la tua disponibilità e cortesia. Prendiamo il tuo saluto come un augurio e, dunque, a presto.

Michelangelo x ISBN