A tu per tu: incontri con l’autore – intervista a Bruna Poetini; 5.12.2017

A tu per tu: incontri con l’autore – intervista a Bruna Poetini; 5.12.2017

Angelica: Ciao Bruna, è un piacere avere l’occasione di parlare un po’ con te. Inizio con una domanda che mi incuriosisce da che ho letto la tua nota biografica. Laureata in Giurisprudenza e illustratrice: come si conciliano in te due mondi apparentemente tanto distanti?

Bruna Poetini: Ciao Angelica e ciao a tutti i gentili lettori, appartengo a due mondi distanti, hai ragione, ma ho da sempre necessità di dare soddisfazione alla mente e al cuore, alla prima ho dedicato gli studi universitari, al secondo la passione per l’illustrazione e per i bambini. I due ambiti coesistono e mi rendono felice, uno solo dei due non vi sarebbe riuscito.

Angelica: E dove nasce la scelta di dedicarti al mondo dei bambini?

Bruna Poetini: Ho avuto il privilegio di avere un’infanzia felice, fatta di affetti, tanti, e libri illustrati. Provo a ricreare quel calore con i miei lavori, sperando arrivi ai più piccoli. La fantasia può curare tanti mali e i bambini ne hanno tanta. A loro dedico il mio lavoro.

Angelica: Avere un infanzia felice è un privilegio che dovrebbe essere di tutti i bambini ed è molto bello che tu, attraverso le tue illustrazioni, voglia condividere questa tua esperienza. Ma proseguiamo: nella realizzazione di questo bel libro so che hai collaborato con Ivan Faiferri, fra l’altro laureato in Filosofia. Come è nato questo singolare sodalizio e qual è il ruolo che ciascuno di voi ha nel processo di creazione artistica?

Bruna Poetini: Ivan Faiferri è un caro amico da anni, l’idea del libro nasce dalla sua creatività e dalla sua passione per la filosofia e la storia del nostro territorio, la Valle Camonica, in provincia di Brescia. I luoghi del libro, infatti, sono quelli che abbiamo conosciuto sin da ragazzi. È un brillante compagno di lavoro e le nostre idee non si fermeranno al primo libro, la nostra fantasia sta costruendo nuove storie.

Angelica: Veniamo alla vicenda narrata. Un romanzo che si potrebbe definire picaresco, come picaresco sembra il protagonista, Zuanne Corrier. Sei d’accordo?

Bruna Poetini: Zuanne è il nostro uomo d’avventura e di cultura in viaggio per scoprire antiche tradizioni. Il personaggio quindi è molto più a tutto tondo di quello che si potrebbe trovare in un comune romanzo picaresco: egli non ha bisogno di riscatto sociale attraverso l’avventura, è già la persona che vorrebbe essere ed è felice di quel che ha. Viaggia per cultura e, speriamo in modo semplice, per lanciare spunti interessanti a tutti i lettori, grandi e piccini. Zuanne ha fiducia nel futuro.

Angelica: Hai assolutamente ragione, ma c’è un aspetto che particolarmente mi affascina in Zuanne: il fatto che egli non sia, come scrive Ivan, propriamente un cuor di leone, non gli impedisce di comportarsi con coraggio quando è necessario. Come dire che tutti possiamo diventare degli eroi, se abbiamo qualcosa di importante da difendere. È giusto?

Bruna Poetini: Assolutamente sì, la cultura muove Zuanne, la cultura dovrebbe muovere tutti e renderci un poco più eroi. Zuanne lascia il calore della sua casa, benché non propriamente giovane ormai, ma la cultura è per tutti, anche per chi non è più così giovane.

Angelica: Quale ruolo ha, nel tuo lavoro, il rapporto con la natura?

Bruna Poetini: La natura della mia valle mi ha fatta crescere, i boschi che vedete sono quelli in cui vado a cercar funghi con mio papà Guido, uomo straordinario. Le cose belle e semplici partono dalla natura, da lì bisogna ripartire quando si è in difficoltà, da lì voglio che le mie storie comincino.

Angelica: Un’ultima domanda di rito. Avremo modo di leggere ancora altre avventure di Zuanne e, in ogni caso, quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Bruna Poetini: Tanti progetti bollono in pentola, hanno bisogno di tempo ma le avventure di Zuanne continueranno sicuramente. Altri progetti per bambini stanno prendendo forma: la collezione “Artisti da colorare”, creata con Silvia Franzoni, si arricchisce del nuovo volume dedicato a Michelangelo e la fantasia mia e di Ivan sta lavorando a nuove storie inedite, con nuovi personaggi, che speriamo possano piacervi quanto Zuanne.

Un caro saluto a tutti e ricordate: lavorate, amate, siate creativi, ma soprattutto divertitevi sempre nel farlo. A presto.

Angelica: Grazie davvero, Bruna, per la tua disponibilità e cortesia. Prendiamo il tuo saluto come un augurio e, dunque, a presto.

Michelangelo x ISBN

 

 

 

Le Voci Dell’Orchestra da colorare, Altravoce Onlus; 20.11.2017

 

Le Voci Dell’Orchestra da colorare, Altravoce Onlus; 20.11.2017

Timpani, violini, contrabbassi… Ma cosa si fa in orchestra !?

Una didattica inclusiva produce strumenti importantissimi sul fronte dell’etica e della sensibilizzazione. Questo progetto ha visto protagonisti i musicisti con e senza disabilità dell’orchestra sinfonica Altravoce ed è pensato per dare la possibilità a bambini, insegnanti e genitori di conoscere il mondo orchestrale in modo semplice e creativo affrontando parallelamente il tema della disabilità con una luce nuova.

illustrazioni di Bruna Poetini

Calendario per il Parco dell’Adamello, acquerello; 1-01-2016

 

Calendario per il Parco dell’Adamello, acquerello; 1-01-2016

Calendario 2016, dedicato alle antiche varietà di piante commestibili in Valle Camonica (BS).

Grazie alla splendida iniziativa del Parco  dell’Adamello ed in particolare del suo Direttore,  Dott. Dario Furlanetto, e del Dott. Agronomo Guido Calvi, autori dei testi insieme al sig. Vincenzo Bona, botanico, ho avuto l’onore di illustrare questa splendida raccolta di varietà di piante commestibili in Valle Camonica (BS) (B.Poetini.

 

 

Storia dell’agricoltura in Valle Camonica; 10.09.2017

Storia dell’agricoltura in Valle Camonica; 10.09.2017

Ho avuto il piacere di collaborare a questa interessante pubblicazione curata da Oliviero Franzoni, con un paio di illustrazioni dedicate alla agricoltura in Valle Camonica.

La prima illustrazione rappresenta una tipica mensa camuna del 1600, la seconda rappresenta i principali attrezzi agricoli oggi in uso in valle per l’agricoltura.

Un grazie particolare a chi ha coordinato il lavoro dei molti bravi illustratori che hanno collaborato alla pubblicazione:  Nini Giacomelli e Laura Scarpa.

Orso Bruno – Ursus Arctos, acrilico su carta; 19.04.2015

Orso Bruno – Ursus Arctos, acrilico su carta; 19.04.2015

L’orsa ed i suoi piccoli. Illustrazione pubblicata su “Tracce 2015”, annuario a cura delle Sezioni e Sottosezioni CAI di Valle Camonica e Sebino, pag. 141.

 Un ringraziamento particolare va al sig. Sandro Leali, per aver apprezzato il mio lavoro ed averlo scelto per arricchire una pubblicazione da lui curata nel dettaglio ed arricchita da preziosi contributi di professionisti del mondo della montagna (B. Poetini).

Bozzetto per intarsio – Filippo Sangalli; 14.11.1929

Bozzetto per intarsio –  Filippo Sangalli; 14.11.1929

Dedico questo piccolo nuovo sito web a mio nonno ed a mia madre.

Il bozzetto veniva realizzato da nonno Filippo Sangalli il 14.11.1929, per uno dei suoi meravigliosi intarsi nel legno.

A lui ed alla mia splendida mamma dedico la mia passione per l’illustrazione, il disegno e l’arte in ogni sua forma. Devo a loro questa ricchezza (B. Poetini).